FABIO MAINA         ARCHITETTO

CANTIERE CASACLIMA CLASSE A - RIVA PRESSO CHIERI

I FABBRICATI

L'intervento è composto da tre fabbricati tutti destinati a residenza di tipo privato: due edifici bifamigliari e uno composto da tre unità abitative.

L'intervento è "a consumo di suolo zero" in quanto è originato dal riutilizzo di una volumetria derivante da fabbricati preesistenti non più in grado di essere recuperati, quindi si può dire che l'intervento è sostenibile anche dal punto di vista territoriale in quanto non va ad aumentare l'estensione di terreno edificato ed effettua una riqualificazione della zona nella quale si inserisce, sostituisce infatti a fabbricati in avanzato stato di degrado edifici di nuova fattura.

I fabbricati dell'immagine al di sopra del presente testo riprendono volumetricamente edifici preesistenti che sorgevano nella medesima posizione, unendo però una composizione di facciata e cromatica più contemporanea, il terzo edificio deriva invece dal recupero di volumetrie di altri fabbricati frammentati sul lotto di intervento andando così a costituire un unico fabbricato di nuova composizione volumetrica.

Grazie alle volumetrie, differenti da un fabbricato all'altro, le unità immobiliari risultano di tagli e fatture diverse in modo da poter andare incontro ad esigenze in termini di estensione e composizione degli spazi di vario tipo.

LA TECNOLOGIA COSTRUTTIVA

I fabbricati sono costruiti per ottimizzare l'economia di cantiere con la medesima tecnologia costruttiva: costituita da una struttura portante in calcetruzzo armato, copertura in legno lamellare e tamponamenti in laterizio a prestazione termica migliorata.

Per avere la miglior coibentazione possibile delle pareti si è scelta la tecnologia del cappotto termico in modo da minimizzare le discontinuità costruttive e i possibili ponti termici. Per quanto riguarda le coperture si è ricorso a materiali e sistemi costruttivi non di largo utilizzo convenzionale per avere una migliore prestazione in termini di comfort abitativo tanto invernale quanto estiva.

Grande attenzione è stata poi posta sulla scelta degli elementi finestrati: sono state valutate diverse tipologie di telaio, di vetrature e di sistemi di posa in modo da ottimizzare gli aspetti di contenimento delle dispersioni termiche, di massimo sfruttamento della luce e della radiazione solare naturale il tutto con prodotti e tecnologie che abbiano la minor manutenzione possibile.

Particolare attenzione è stata poi posta sulla qualità costruttiva in termini di omogeneità dell'isolamento andando a risolvere, con tecniche collaudate e di respiro extra-territoriale, tutti quei ponti termici e discontinuità che rimanevano da risolvere.

Il tutto sempre a garanzia della massima qualità abitativa.

GLI IMPIANTI

Dal punto di vista prettamente energetico si è poi voluto fare un ulteriore passo avanti, una scelta che è stata compiuta infatti sin dall'inizio è stata quella di realizzare l'intervento completamente privo dell'utilizzo di fonti fossili come il metano.

Quindi i sistemi di riscaldamento, di produzione di acqua calda sanitaria ed eventualmente di raffrescamneto sono collegati ad una Pompa di Calore, tecnologia che già intrinsecamente fa un largo utilizzo di energia rinnovabile, in aggiunta questa è collegata ad un impianto fotovoltaico individuale per sfruttare al massimo l'energia prelevabile in loco.

L'impianto di riscaldamento utilizza la consolidata tenologia del pavimento radiante, garanzia di alta qualità abitativa.

Impiantisticamente si è voluto ulteriormente alzare il livello di comfort installando in tutte le unità abitative un impianto di Ventilazione Controllata con efficienze certificate dai più importanti organi europei, questo impianto infatti garantisce per tutti i giorni dell'anno la giusta qualità di aria interna, minimizzando le dispersioni termiche.

LA CERTIFICAZIONE CASACLIMA

Come anticipato tutti e tre gli edifici saranno soggetti all'iter di certificazione dell'Agenzia CasaClima di Bolzano per il conseguimento della classe A.

Questo processo prevede infatti il rilascio di una certificazione di qualità costruttiva e di efficienza energetica da parte di un ente terzo, l'Agenzia CasaClima nello specifico, a garanzia della veridicità e delle informazioni comunicate.

Il progetto energetico/costruttivo sarà infatti soggetto ad un controllo preliminare, ad un controllo durante le fasi di costruzione e postumo alla realizzazione per accertarsi che l'edificio sia in grado di assicurare le prestazioni progettate.