Tutto chiuso per le vacanze!

10/08/2018

Tempo di finiture e primi collaudi per la CasaClima Gold di Poirino. La costruzione è ormai alla ultimissime lavorazioni e quindi è il momento di incominciare a tirare le somme sul lavoro svolto, e in fatto di qualità costruttiva ed efficienza energetica il Blower Door Test è tra i più importanti controlli da effettuare.

La finalità di questa prova che viene effettuata portando in pressione e depressione l'intero volume riscaldato del fabbricato è quella di controllare la tenuta all'aria dell'edificio, quindi l'assenza di spifferi. Viene effettuata in due momenti della costruzione, all'incirca a metà delle lavorazioni e alla fine dei lavori quando la casa è già in condizione di essere abitata. Sono tutte e due importanti, la seconda è sempre però quella che crea più tensione tra gli addetti ai lavori in quanto ci sono elementi su cui non si riesce più ad intervenire, e quindi è importante che sia positiva. In aggiunta quando si parla di un fabbricato soggetto ad una certificazione importante come quella dell'Agenzia CasaClima il rispetto di un valore minimo è indispensabile per il rilascio della certificazione stessa.

 

A volte parlare dei requisiti di tenuta all'aria di questi fabbricati ad alta efficienza energetica, e di valori bassi della stessa prestazione, sembra una discussione da "nerd" del mondo delle costruzioni, ma perchè in realtà questa caratteristica ha un riscontro diretto sul comfort di chi vive tutti i giorni il fabbricato e sulla sua qualità costruttiva?

Avere un fabbricato con una buona, o una ottima, tenuta all'aria significa prima di tutto avere un fabbricato estremamente sano, quando si parla di presenza di spifferi infatti vuol dire che automaticamente si sta formando condensa da qualche parte, dove molto probabilmente non si riesce a vedere, e che quindi alcuni elementi della costruzione, magari anche strutturali, sono sollecitati a fenomeni di formazione di acqua che può essere dannosa per gli stessi.

Avere poi un fabbricato a tenuta all'aria vuol dire che tutta l'energia che immetto nello stesso è mantenuta, e che quindi non ho una quantità della stessa che fuoriesce dal fabbricato in modo incontrollato e non voluto.

Permette di avere il massimo controllo della qualità dell'aria interna in quanto tutto il volume di aria che decido di ricambiare manualmente o in modo controllato lo posso fare in modo programmato ed efficace, garantendo, nel caso che ci sia un sistema di Ventilazione Meccanica Controllata, anche la miglior efficienza possibile dell'impianto stesso.

Insomma quando si parla di raggiungere una ottima tenuta all'aria del fabbricato, si sta facendo un enorme beneficio per il fabbricato stesso e per chi lo vivrà, che sia per viverci o per lavorarci.

 

Venendo quindi al caso specifico della CasaClima di Poirino un paio di giorni fa il fabbricato è stato testato nella modalità conclusiva dando il risultato di n50= 0,3 vol/h, su un valore minimo di 0,60, valore già molto impegnativo da raggiungere.

 

Un risultato del genere è stato possibile solo al grande impegno e pazienza di chi ci ha lavorato e ci ha messo le mani, a SISTEMA DOMUS per la realizzazione del fabbricato e alle aziende che ci collaborano: Quarona Costruzioni Edili, Silvano Roccati Impianti Elettrici, Erreci Impianti Termo-Idraulici, Ronco Legnami per la fornitura della copertura e del sistema di coibentazione e tenuta all'aria della stessa, Cobola Falegnameria per la fornitura e installazione dei serramenti e sistemi di ombreggiamento.

 

Please reload

Please reload

Archivio
  • LinkedIn Social Icon

FABIO MAINA         ARCHITETTO